Pro Gratia Recepta

La mostra “Per Grazia Ricevuta” raccoglie una parte significativa degli ex voto presenti negli oratori del territorio di Trontano e rientra in un più ampio progetto che prevede la catalogazione e la valorizzazione di un patrimonio solo recentemente oggetto di interesse e di indagine.
Gli ex voto sono al tempo stesso testimonianze di fede, in quanto espressione più antica dell’invisibile filo che lega l’uomo al soprannaturale, e documenti di storia e di costume. Rappresentano quindi un fenomeno di grande importanza sotto il profilo religioso, artistico ed antropologico, tre aspetti complementari ed inscindibili. Gli ex voto (votum dal latino vovere che significa promettere) sono manifestazione semplice ed immediata della devozione popolare in cui si fondono invocazione, richiesta di grazia e ringraziamento.
La pratica votiva si ricollega al grande mistero della morte e alla sua momentanea sconfitta e mette in scena l’eterna storia della sofferenza e della fede dell’uomo. Fede che in questi ex voto è riposta nella Madonna di Re e in San Leonardo, da sempre venerati a Trontano.
Dal punto di vista artistico caratteristiche principali dell’ex voto sono l’essenzialità con cui l’artista rappresenta la drammaticità della scena e l’uso del colore. Il nero e il blu esaltano la luminosità della ghirlanda di nuvole che contorna la Madonna e i Santi. Luci pallide e diafane circondano i devoti costretti a letto dalla malattia, mentre il verde, ora pallido ora più scuro, accompagna le scene agresti.
Lo schema compositivo della tavoletta si ripete frequentemente: nella parte superiore, “spazio sacro”, si collocano la Madonna e i Santi in una corona di nubi, nella parte inferiore, “spazio umano” si narra la vicenda drammatica che ha richiesto l’intervento divino.
L’ex voto si completa generalmente con le sigle GR (gratiam recepi), più rare PGR (pro gratia recepta), VFGA e VFGR (votum feci gratiam accepi o recepi). A volte il quadro presenta le generalità dell’offerente. Il terzo ambito di studio cui si prestano gli ex voto riguarda l’aspetto antropologico. Ogni tavoletta, con l’attenzione per gli abiti, i rischi della quotidianità in tempo di pace o di guerra, propone uno sguardo approfondito su usi, abitudini, condizioni sociali ed economiche dei committenti, ma svela anche le paure più nascoste dell’individuo e della collettività.